La pazienza ha un limite!

Il 24 maggio 1883 fu inaugurato il Ponte di Brooklyn. Un’opera mastodontica che stabilì il record  del viadotto sospeso più grande al mondo. Un primato che ha retto per quasi un secolo. A distanza di 136 anni, mi chiedo come si possa concepire che un comune venga isolato dal resto del mondo, a causa di due massi che rischiano di invadere la strada principale. Eppure, questo accade da noi, quasi regolarmente. L’ultimo esempio proviene da Lodè, che da ottobre dello scorso anno ha subìto la chiusura della strada provinciale, che lo collega ai principali centri della provincia. L’altra strada disponibile è ritenuta pericolosa, tanto che l’Arst ha sospeso i collegamenti. Risultato: la comunità risulta praticamente isolata. Il sindaco, Graziano Spanu, dopo essersi invocato a tutti, ha deciso di dimettersi. Lo ha fatto con la dignità che contraddistingue da sempre la sua azione amministrativa. Il farmacista del paese prestato alla politica, che ora sbotta e dice basta alle istituzioni incapaci di cogliere una condizione tanto assurda, quanto drammatica. L’appello di un sindaco che parla con il cuore della sua comunità. Studenti, pastori, pendolari, anziani bisognosi di cure, che rimangono sbigottiti ed impotenti di fronte a questa emergenza. Quasi una privazione della libertà. La responsabilità è da attribuire alla Provincia di Nuoro, titolare dalla strada. La numero 3, per la precisione. Una Provincia assente da tempo, amministrata da un commissario inutile. Nominato da Pigliaru. Un’altra delle scorie ereditate dalla precedente giunta regionale.

g.f.

1 pensiero su “La pazienza ha un limite!

  1. Non voglio fare il difensore civico di Paolo passino. Lui sa cosa vuol dire fare il ponte in un area protetta. Entro settembre forse no è pronto neache il progetto, senza tru cchi ne parliamo tra cinque anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.