Tenores interattivi

Quando si parla di Tenores, il ricorso a Bitti è inevitabile. Se dal 2005 il canto a tenore è stato riconosciuto dall’UNESCO patrimonio orale ed immateriale dell’umanità, gran parte del merito va ascritto a questa comunità nuorese. I rapporti di collaborazione con Peter Gabriel, e con altri artisti di fama mondiale, possono fedelmente testimoniare le virtù canore dei Tenores bittesi. Oggi, grazie al finanziamento di un progetto comunitario, è stata creata una nuova versione del “Museo Multimediale del Canto a Tenore”. Rinnovate tecnologie consentiranno di trasformare una semplice visita alla struttura in un viaggio tanto unico, quanto originale, in quattro spazi diversi: Sala “Tenores Interattivi”, “Sala Cantos e Ballos”, “Aula didattica interattiva”, “I luoghi del canto con Visore Oculus”. Nelle vie del centro storico del paese si potranno ascoltare le tradizionali melodie ed improvvisare balli con i passi di ‘su ballu lestru’, ‘su dillu’ e ‘su passu torrau’. I visitatori avranno l’opportunità di apprendere i suoni del canto, attraverso il linguaggio fonico, ritmico e le strutture musicali, in una sorta di apprendistato diretto. Bitti, pertanto, si conferma punto di riferimento per la valorizzazione di questo particolare canto, che, nel corso degli ultimi anni, si è sviluppato anche in altre aree della Sardegna. L’antico canto dei nostri pastori, oggi più che mai, deve rappresentare un motivo d’orgoglio per la nostra terra.

g.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.