Preghiamo Santa Bernardette

L’Italia è stata la prima nazione, nel 2017, a chiedere di ricevere le reliquie di Santa Bernardette. Dal 27 aprile al 29 agosto, trentaquattro diocesi rivivranno, ancora una volta, la grazia di poter sostare davanti al reliquiario di colei che è stata incaricata, dalla Vergine Maria a Lourdes, di andare a dire ai sacerdoti: “ Venite qui in processione”. Dall’11 al 20 luglio tre diocesi della Sardegna accoglieranno le reliquie di Santa Bernardette. Si tratta di un evento straordinario. Tempio-Ampurias, Ozieri e Cagliari le sedi vescovili autorizzate ad ospitare i resti sacri della santa francese. Infermi, anziani, ma anche tanti giovani creano, intorno a questo evento, una cornice di spiritualità e di emozioni uniche. A Padru come ad Alessandria o a Roma. Perché unica è la devozione verso Bernardette Soubirous, la santa protettrice di Lourdes, la pastorella che ebbe la prima apparizione della Madonna quando aveva 14 anni. La piccola donna che soffriva di una forma grave di asma come Padre Pio. La patrona degli ammalati, che è stata santificata nel 1933 da Pio XI per la sua condotta di vita. Le sue spoglie si trovano nel convento di Saint Gildard a Nevers. Ma è sufficiente ricevere e poter sfiorare un solo lembo del suo corpo per rendere ancora più profondo il culto mariano nell’intero mondo cattolico. E questo avviene per il significato che assume Santa Bernardette, morta a 35 anni, il 16 aprile 1879, dopo una vita breve, semplice, umile e segnata da condizioni di salute precarie. Perché siamo di fronte ad una figura di santa davvero edificante, da ammirare e venerare. Un esempio di fedeltà, fermezza e perseveranza da emulare. Specialmente quando, di fronte all’esigenza di testimoniare verità, giustizia e fede, diventa inevitabile il conflitto col perbenismo, col “politicamente corretto”, con i personalismi, con il pensiero dominante e con la convenienza. La società odierna è caratterizzata da troppi egoismi. Da troppi particolarismi. Forse, è necessario fermarsi e riflettere sul nostro futuro. Sia esso politico, che economico od ambientale. Per questo, abbiamo bisogno di affidarci a lei ed invocare la sua protezione. Possiamo farlo semplicemente pregando.

g.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.