Anche la Sardegna sulla luna

Dopo le belle immagini satellitari inviate da Luca Parmitano sulla nostra isola, si riparla di iniziative astrofisiche che coinvolgono la Sardegna. Maria Teresa Melis, ricercatrice del Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche, sta partecipando, in questi giorni, alla 39/a Conferenza Igarss (International Geoscience and Remote Sensing Symposium), che raduna a Yokohama in Giappone una ampia comunità di ricercatori provenienti da tutto il mondo. In particolare, la docente dell’Università di Cagliari è impegnata nella seconda fase del progetto “Moon mapping”, un programma italo cinese che prevede la realizzazione di un atlante tridimensionale della luna. Melis è stata invitata, con gli altri studiosi italiani e cinesi coinvolti nel Progetto ASI Moon Mapping, a partecipare alla sessione dal titolo “Mapping Planetary Bodies through Remote Sensing”. Durante i lavori della conferenza, la ricercatrice ha incontrato Zhizhong Kang, docente alla China University of Geosciences di Pechino e referente per la Cina del Progetto Moon Mapping, il quale ha confermato l’interesse per proseguire la ricerche. In questo contesto è stata condivisa la volontà di consolidare la collaborazione scientifica con l’Università di Cagliari. E lo scambio di esperienze tra gli studenti dei due Paesi. “Moon Mapping” è il progetto inserito nell’accordo bilaterale siglato dal Ministry of Science and Technology, P.R. China (MOST) e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca italiano, coordinato dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) per l’Italia e dal National Remote Sensing Center of China. A questo straordinario programma l’Università di Cagliari partecipa fin dalle origini. Eccellenze sarde presenti anche per definire nuovi confini spaziali.

g.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.