Turismo ed innovazione

“Portale Sardegna”, azienda tutta sarda quotata in borsa, stupisce ancora. La società, specializzata nel segmento incoming turistico per la Sardegna, ha presentato nei giorni scorsi l’innovativo progetto “Portale Sardegna Point”. Progetto, creato con l’obiettivo di ridefinire la strategia di sviluppo turistico della destinazione Sardegna e offrire al turista un’esperienza completa a 360 gradi. “Portale Sardegna Point” è un programma che punta sui nuovi trend del turismo, quali l’Extra-Alberghiero ed il Turismo Esperienziale. L’iniziativa si basa attraverso un modello che prevede una rete di servizi turistici ad alto valore aggiunto, diversificati e complementari tra loro. Tali servizi sono selezionati da professionisti della destinazione Sardegna, quindi, strettamente aderenti al territorio in cui si trovano, accessibili al turista in modo semplice e immediato. In questo modo, Portale Sardegna crea un ulteriore elemento di differenziazione rispetto a potenziali nuovi competitors. L’obiettivo dell’innovativo progetto è interconnettere, digitalizzare, standardizzare e classificare gli attrattori turistici presenti nella nostra regione, al fine di creare le condizioni per allungare la stagionalità dei flussi turistici, attraverso azioni di marketing aggregate e maggiormente incisive. Il presidio capillare nel territorio, pertanto, assume una doppia valenza: rafforzare il prodotto turistico e, contestualmente, ottimizzare il processo distributivo, differenziandosi ulteriormente rispetto agli altri competitors generalisti come Booking, Expedia e Airbnb. L’offerta dell’azienda propone, dunque, un servizio personalizzato e completo, dotato di un’assistenza in loco, selezionato e costruito ad hoc, per rispondere al meglio alle esigenze di ogni singolo cliente. Massimiliano Cossu, a.d. di “Portale Sardegna”, sprigiona entusiasmo e passione da tutti i pori: “Il network di Portale Sardegna Point rappresenterà un unicum nel panorama turistico italiano, grazie all’innovazione di processo e ad un modello di business bottom up che traccia un ulteriore solco rispetto ai player generalisti di settore e che contribuirà a differenziare ulteriormente i prodotti e servizi offerti del nostro gruppo. Con questo progetto, e grazie alla partnership con “Italianway”, colosso del settore, ci inseriamo anche nel segmento delle seconde case con lo scopo di intercettare un trend in forte ascesa. Completano il progetto la partnership con “Siendas”, giovanissima società locale che funge da aggregatore di fornitori del settore agroalimentare e quella con “Escursì”, società specializzata nel turismo esperienziale”. Questa è la Sardegna dei giovani che pensano. Questa è la Sardegna che piace.

g.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.