Crociere sarde

La compagnia di navigazione italiana Costa Crociere ha annunciato grandi novità, che hanno l’obiettivo di accrescere ulteriormente la presenza della compagnia in Sardegna ed in Sicilia. La “Costa Smeralda”, nuova ammiraglia attualmente nelle fasi finali di allestimento presso il cantiere Meyer di Turku, in Finlandia, garantirà nella prossima stagione, diciotto scali a Cagliari. L’itinerario, di una settimana, prevede gli attracchi a Savona (sabato), Marsiglia (domenica), Barcellona (lunedì), Palma di Maiorca (martedì), Cagliari (giovedì) e Civitavecchia (venerdì). “La Sicilia e la Sardegna sono due regioni dove la domanda di crociere Costa è in costante crescita – ha dichiarato Neil Palomba, direttore generale di Costa Crociere. – Le novità che abbiamo introdotto per gli itinerari 2020/21 consentiranno ai nostri clienti siciliani e sardi di partire comodamente da un porto vicino a casa, per provare un prodotto davvero innovativo come quello di Costa Smeralda, che rappresenta il meglio dell’ospitalità italiana in crociera. Allo stesso tempo, per gli ospiti che imbarcheranno su Costa Smeralda da altri porti, Cagliari e Palermo rappresentano due destinazioni di grande attrattiva, che arricchiranno ulteriormente la loro esperienza di vacanza”. La presenza di “Costa Smeralda” favorirà un ulteriore sviluppo dell’impatto economico a Cagliari e per la nostra Isola. In base ad uno studio condotto da “Deloitte & Touche” e dall’Università di Genova, infatti, è stato calcolato che ogni passeggero genera una spesa diretta di 74,60 euro in ogni porto europeo visitato dalle navi Costa. Questo sviluppo avverrà in maniera sostenibile, dal momento che “Costa Smeralda” sarà la prima nave della compagnia genovese alimentata a gas naturale liquefatto, il combustibile fossile più “pulito” al mondo. Di questi tempi, sono belle notizie.

g.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.