Governo muto

Il Governo sembra sempre più recalcitrante a restituirci quanto dovuto. Duecentoottantacinque milioni di euro. Mica noccioline. Soldi nostri, che ci devono essere restituiti. Lo Stato ha trattenuto queste risorse indebitamente. Lo ha stabilito la sentenza n. 6 del 2019 della Corte Costituzionale. Eppure, Conte & C. se ne fregano. Forse, sono troppo impegnati a regolare i conti (politici) al proprio interno. La sinistra che tira da una parte, Renzi che fa le bizze con il suo 4% dall’altra, i grillini che cercano di imporre le loro idee bizzarre. Quanto durerà questa maggioranza posticcia? Difficile avventurarsi in pronostici. Renzi sarà determinante. La manovra finanziaria varata dal CdM, nel frattempo, impone 11 miliardi di tasse e sulla restituzione del maltolto alla Sardegna neanche mezza riga. Bene ha fatto l’assessore regionale competente per materia, Giuseppe Fasolino, a prendere carta e penna e scrivere al Ministro. L’esponente dell’esecutivo guidato da Christian Solinas esprime “profondo rammarico che nasce dall’assenza da parte di questo governo di qualunque volontà di arrivare ad una soluzione concreta in merito”. E questo, ricorda, “nonostante il ministro degli Affari Regionali e delle Autonomie, Francesco Boccia, in occasione del Consiglio dei Ministri del 10 ottobre, abbia rappresentato l’intenzione di convocare con urgenza il tavolo per definire la nuova intesa bilaterale”. In Sardegna, oltre il danno la beffa. “Mala tempora currunt sed peiora parantur”.

g.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.