Navi a picco

La continuità marittima della Sardegna non è più garantita. A lanciare il grido d’allarme è l’Assessore Regionale dei Trasporti, Giorgio Todde. E, come se non bastasse, sarebbe a rischio anche l’eventuale proroga. Ed è proprio il rappresentante della Giunta Solinas a paventare possibili ed imminenti strascichi “Vi è una seria possibilità che il Ministero competente non solo non vari entro luglio 2020 la nuova continuità marittima – ha dichiarato Todde – ma anche che non riesca a prolungare l’attuale regime”. L’assessore si è recato più volte nella sede del Dicastero competente a Roma, ma ha non ha raccolto notizie rassicuranti. Solo vaghi impegni, non confermati da atti concreti. Da qui la sua legittima preoccupazione ed una nuova richiesta formale di chiarimenti al riguardo. La situazione è drammatica. Tirrenia ha già bloccato la vendita dei biglietti dal 19 luglio per i porti di Cagliari ed Arbatax. Gli autotrasportatori e gli operatori turistici non possono pianificare le rispettive attività. Un’autentica paralisi dei trasporti via mare è dietro l’angolo. La nostra condizione di insularità non conosce soluzioni adeguate. Con ripercussioni devastanti per l’economia regionale. A Roma hanno altro a cui pensare… 

g.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.