La “Dorsale” diventa realtà

Ormai è fatta. Il sogno di portare il gas metano in Sardegna si sta realizzando. Magari un pò in ritardo, rispetto alle altre regioni, ma si tratta pur sempre una bella notizia. Qualche giorno fa, al Ministero dello Sviluppo Economico, la Conferenza delle Regioni ha espresso parere positivo alla versione del “Piano nazionale integrato per l’energia e il clima” (Pniec) così come emendata dalle Regioni, Sardegna compresa. Nel testo sono accolte alcune osservazioni fondamentali avanzate dall’esecutivo guidato da Christian Solinas. Un passaggio necessario per la prosecuzione delle opere che garantiranno la fruizione del gas nella nostra isola. “Quello di oggi – ha dichiarato l’assessore regionale dell’Industria, Anita Pili – è il risultato del lavoro coordinato con le altre Regioni e che consente di garantire le condizioni di perequazione tariffaria del gas in linea con il resto d’Italia, tutelando le nostre comunità sia in termini di disponibilità di metano sia dei costi per il suo utilizzo. Inoltre, è stata definita la modalità di approvvigionamento del Gnl ai depositi costieri grazie a una ‘virtual pipeline’, che prevede il trasporto con le navi gasiere. Sarà successivamente individuato – ha concluso l’esponente della Giunta – l’intervento più efficace per il trasporto del Gnl dai rigassificatori costieri ai bacini di distribuzione”. In un momento di crisi climatica e di gravissimo inquinamento globale, potremo finalmente puntare, grazie al metano, ad una produzione di energia sostenibile e pulita.

g.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.