Mario Serpillo riconfermato presidente nazionale UCI

Un vero record. Da 25 anni Mario Serpillo ricopre la carica di presidente nazionale dell’ U.C.I (Unione Coltivatori italiani). Così ha stabilito l’XI Congresso Nazionale di questa organizzazione agricola, che si è svolto nei giorni scorsi a Roma. Dunque, una leadership da primato: i 72 Delegati al Congresso, giunti da tutta Italia, hanno espresso fiducia ed apprezzamento nei confronti dell’uomo che, più di tutti, si è speso per loro, assumendosi, spesso, la responsabilità di scelte coraggiose. La passione, la difesa della identità e la lungimiranza, che caratterizzano il sindacalista di Torpè, hanno consolidato la sua figura professionale. “Siamo un’organizzazione portatrice di istanze sane ed attuali – ha dichiarato Serpillo – lanciata verso la modernizzazione in maniera convincente, con effetti benefici e ricaduta sulla collettività. Lo dimostra anche l’attenzione che poniamo alle nostre radici culturali ed agropastorali. Il coinvolgimento ufficiale nella “Transumanza”, progetto di cui siamo fieramente partner e che lo scorso 12 dicembre è stato riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità, ci ha consentito di riscoprire la vita e le attività che i nostri antenati praticavano sugli antichi tratturi, dando loro dimensione internazionale”. In sella dal 1995, Mario Serpillo è un esperto conoscitore del mondo agricolo italiano e delle problematiche del settore e, da sempre, sostenitore dell’associazionismo imprenditoriale. Ha promosso e partecipato a diverse missioni all’estero (in Romania, Cuba, Ucraina, Tunisia e Montenegro), finalizzate a diffondere la conoscenza del made in Italy agroalimentare e a sperimentare forme di cooperazione economica con rappresentanze sindacali straniere. Spesso rientra nella sua amata Torpè, ad incontrare amici ed allevatori, senza trascurare il proprio impegno sociale. Nuove sfide lo attendono, comprese le irrisolte problematiche del comparto agro zootecnico della nostra terra.

g.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.