Ciao Luigi

Quando un personaggio noto sparisce, lascia sempre il segno. Peggio, se è amico e parente. Luigi Zappareddu ha abbandonato la vita terrena in modo improvviso e troppo presto per la sua eta’. Cinquantasei anni vissuti da sportivo e da uomo vero. Quasi d’altri tempi. Onesto, leale, disponibile e generoso, queste erano le sue virtù. La moglie Andreina, i figli Claudia e Antonio Luigi, i parenti, i colleghi, gli amici non lo dimenticheranno facilmente. La Chiesa di San Francesco, ad Ozieri, non ha contenuto una folla inverosimile, che non è voluta mancare a portare l’ultimo saluto ad una delle bandiere dell’Ozierese anni ottanta. La piazza antistante era gremita come non mai. Come si conviene ad un personaggio famoso e di statura. Lo voglio ricordare con un’immagine che mi è rimasta sempre nella memoria: il gran gol che fece al Palau, a pochi minuti dalla fine, determinante per la vittoria del campionato. Il campionato che porto’ l’Ozierese per la prima volta in serie D.

g.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.