A sos chentu e pius

Il P.S.d’Az. raggiunge novantanove primavere. Un bel traguardo. In un paese dove partiti e partitini nascono ad ogni soffio di vento, cambiano pelle, si riciclano con magistrale disinvoltura, per i sardisti la ricorrenza odierna rappresenta un vero successo. Di militanza e di coerenza. Di alti e bassi. Di governo e di opposizione. Da Camillo Bellieni in poi, certo, la società è cambiata. E, con essa, abitudini, modi di pensare, terminologie, confronti pubblici. Oggi, la struttura sociale impone tempi brevi, decisioni rapide. C’è poco tempo per i dibattiti e i confronti. La politica è cambiata di pari passo. Ma, nonostante la rivoluzione globale di questo millennio, il P.S.d’Az. è ancora vivo e vegeto. Esprime il Presidente della Regione, alcuni assessori, consiglieri regionali e diversi amministratori locali. Confucio disse: ” Studia il passato se vuoi prevedere il futuro”. Qualcuno lo ha fatto.

g.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.