Quarantena bittese

Bitti è stato uno dei comuni sardi più colpiti dal Covid-19. Una struttura assistenziale per anziani ha rappresentato l’epicentro dei contagi. Purtroppo, si sono registrati alcuni decessi. Questa situazione drammatica e, per certi versi, inverosimile, non ha tuttavia scalfito la forza e la reazione dell’intera comunità. Il sindaco Giuseppe Ciccolini ha affrontato l’emergenza con piglio ed equilibrio, mettendo insieme più istituzioni: Comune, Protezione Civile Regionale, Chiesa, ATS. Una stretta collaborazione che ha ripagato gli sforzi congiunti. Oggi, che la situazione sembra tornare alla normalità, l’amministrazione comunale ha bandito un concorso letterario: ” Aria di libertà – Io resto a casa ma libero l’immaginazione”, riservato agli scolari delle scuole elementari e delle medie. Un’iniziativa finalizzata a riabituare i giovani alla normalità e. magari, a responsabilizzarli nella fase post emergenza. Un modo semplice ma efficace per interpretare i sentimenti dei giovani bittesi. E, forse, d’aiuto per superare questo momento epocale della nostra esistenza.

g.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.