In arrivo 200 milioni

Un tesoretto da 200 milioni di euro. Questo l’ammontare di un fondo messo a disposizione per le imprese sarde. Grazie ad un accordo fra la Regione e la BEI, la Banca Europea degli Investimenti. Metà e metà, questo è stato l’impegno per mettere insieme le risorse complessive. Una liquidità, a breve disponibile, per le aziende, a costo zero e con due anni anni di preammortamento e quindici di ammortamento. Un’opportunità importante, che non risolve certo i problemi del sistema economico sardo, ma che garantirà, in questa delicata fase, un ristoro per le attività in crisi. I prossimi obiettivi? L’auspicio è che aiuti concreti vengano veicolati per i comparti oggi maggiormente in difficoltà: turismo, agricoltura, allevamento. Lo Stato, da questo punto di vista, sembra abbastanza distante.

g.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.