Porci con le ali

La peste suina sembra debellata. Con i dovuti accorgimenti, forse, per sempre. La notizia, confermata dal Presidente della Regione, rappresenta uno spiraglio per i suinicoltori sardi. Il comparto ha subìto, negli ultimi anni, un tracollo senza precedenti: dapprima, i vincoli per le importazioni sia delle carni, che dei prodotti lavorati a causa della PSA; più recentemente, il blocco dell’intera filiera a causa del Coronavirus. La battaglia contro la PSA ha messo in ginocchio tantissimi allevatori e non sono mancate tensioni sociali. Oltre a tanti sacrifici. Il risultato, però, è stato raggiunto e, come ha affermato il Governatore Solinas, “Si tratta di una vittoria senza colori politici, che riguarda l’intera Isola”. Ora occorre revocare immediatamente l’embargo e consentire la movimentazione delle carni fresche e lavorate. La produzione suinicola sarda può finalmente ripartire.

g.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.