Il San Francesco nel mondo

La notizia è di quelle che lasciano il segno. All’ospedale San Francesco di Nuoro hanno sequenziato l’intero genoma sardo del Covid-19, che ora è a disposizione del sistema internazionale di ricerca. Il lavoro, condotto da biologi, ematologi e cardiologi, dimostra che al 99,9% il genoma studiato è identico al primo, mappato a gennaio a Wuhan da dove la pandemia è partita. L’equipe di esperti è pronta, quindi, ad occuparsi di un progetto di caratterizzazione del genoma virale circolato nell’Isola.Il risultato è stato depositato nella banca dati internazionale Gisaid, dove sono raccolti tutti i ceppi del virus e che servirà, successivamente, per verificare il tipo di Covid in circolazione, la sua diffusione e il confronto con altri virus. Dunque a Nuoro non solo assistenza ospedaliera, ma anche ricerca qualificata al servizio della Sardegna e della comunità scientifica mondiale. Un risultato, forse, senza precedenti che esalta il lavoro dei sanitari e dei dirigenti nuoresi, grazie ai quali il San Francesco si pone come modello di eccellenza della sanità nazionale.

g.f..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.