La Carta Ittica sarda

 Il Servizio tutela natura e politiche forestali (Stnpf) dell’Assessorato regionale Difesa dell’Ambiente e il dipartimento di Scienze della vita e dell’ambiente (Disva) dell’Università di Cagliari hanno recentemente siglato un accordo di collaborazione finalizzato a gestire in rete ecosistemi acquatici di laghi e fiumi nell’Isola. L’iniziativa, denominata “Carta Ittica”, prevede una serie di studi e di indagini sullo stato della fauna ittica nei tratti montani dei fiumi della Sardegna, con particolare attenzione ai siti di popolamento della forma geneticamente pura della trota sarda. Proprio riguardo alla trota, si punterà a raggiungere la conservazione di questa importante specie, unica salmonicola in Sardegna e a rischio d’estinzione. L’obiettivo finale – è stato affermato dai responsabili tecnico scientifici del progetto – sarà di porre a sistema tutti i dati raccolti e di ricostruire un quadro completo della reale situazione, per costituire una base dati di riferimento disponibile nel sistema informativo ambientale regionale. Un altro obiettivo del programma, infine, prevede studi e monitoraggi sui tratti vallivi dei fiumi, orientando l’attenzione sulla presenza e diffusione delle specie alloctone, tra i più gravi fattori di disturbo degli ecosistemi acquatici regionali. Per Posada e le sue zone umide, pertanto, la Carta rappresenterà un’ ulteriore occasione per una maggior tutela delle proprie aree, in un’ottica di rilancio e di valorizzazione del territorio del Parco.

g.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.